Circuit Making: il workshop

Questo tutorial funge da documentazione del workshop chiamato “Circuit Making”, un’attività di tinkering sviluppata da Muse Fablab.

L’obiettivo del workshop è proporre un’introduzione ai circuiti elettrici che operi sia sul piano pratico, sia su quello teorico.

Durante lo svolgimento del workshop vengono esplorati i seguenti concetti:

  • input, output, alimentazione
  • corrente elettrica
  • conduttori, semiconduttori e resistenze
  • cortocircuito
  • porte logiche (AND, OR)
  • circuiti in serie e in parallelo

I partecipanti ricevono un set di otto moduli magnetici che permettono di sperimentare diversi tipi di circuiti.

I circuiti sono creati su un pad magnetico usando delle striscioline di alluminio come “ponti” tra i moduli.

La costruzione dei moduli e dei materiali di supporto è descritta dettagliatamente in Circuit Making: i moduli.

L’attività è consigliata a bambini e bambine dagli otto anni in su.

Il flusso di corrente elettrica

Costruisci il primo circuito usando il modulo 9 Volt Battery e il modulo LED. Posizionali sul pad e crea delle connessioni con le striscioline di alluminio.

Presta attenzione al flusso della corrente. Il lato positivo del modulo 9 V Battery deve essere collegato al positivo del modulo LED.

Se tutti moduli sono posizionati correttamente, il LED si accenderà.

I materiali conduttivi

Apri il circuito e cerca di chiuderlo usando diversi tipi di materiali. Se sono conduttori o semiconduttori, il LED si accenderà. Se sono isolanti, il LED resterà spento.

Le resistenze

A questo punto, inserisci un modulo input nel tuo circuito. Prova LDR, che fungerà da resistore variabile, modificando l’output del LED in relazione alla quantità di luce registrata dal sensore.

Il cortocircuito

Ora ripensiamo per un attimo al primo circuito. Se decidessimo di inserire un’altra strisciolina di alluminio attraverso di esso, finiremmo per creare un cortocircuito.

Il LED non si accenderebbe e la batteria 9V si surriscalderebbe.

Suggeriamo dunque di non provare questa configurazione di moduli.

Lo switch

Ora proviamo ad accendere e a spegnere la luce del LED usando il modulo Switch.

Le porte logiche “AND” e “OR”

Ora proviamo a testare le porte logiche “AND” e “OR”.

Come puoi vedere, il circuito “AND” funzionerà quando entrambe le porte saranno chiuse.

Il circuito “OR”, invece, funzionerà quando una sola delle porte sarà chiusa.

I moduli in parallelo

Torniamo ancora una volta al primo circuito. Questa volta, però, aggiungiamo un secondo output. Entrambi funzioneranno contemporaneamente, perché sono collegati in parallelo.

Il LED RGB

Ora proviamo a sperimentare con il LED RBG. Usando lo switch, potrai accendere e spegnere individualmente le luci presenti all’interno del LED. Come puoi vedere, una è rossa, una è verde e una è blu.

Il potenziometro

Ora proviamo il potenziometro. Il potenziometro è un resistore variabile attraverso il quale possiamo modificare l’output del circuito.

Cominciamo usando il modulo LED. Mano a mano che girerai il knob, la luce si affievolirà.

Una volta provato questa esperienza, prova ad usarlo con il modulo RGB LED. Girando il knob, vedrai modificarsi i colori contenuti del LED RGB.

Puoi provare il LED RGB in un altro contesto utilizzando la girandola.

Conclusione

Una volta testati tutti i circuiti, prova ad inventarne di nuovi.

Get tinkering!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *