100100 challenge. 24 ore di Hackathon a Bassano del Grappa

Tra il 23 e il 24 gennaio si svolge a Bassano del Grappa, nella suggestiva sede del Museo Civico, una “maratona informatica” (nel gergo degli specialisti una Hackathon) dedicata a una delle tecnologie più innovative di questo momento e dei prossimi anni: il cosiddetto “Internet delle Cose” (conosciuto con la sigla IOT, vale a dire Internet of Things). L’evento, cui è stato dato il nome 100100 Challenge, è organizzato dal neocostituito Gruppo di imprese dell’ICT di Confartigianato Vicenza e denominato “100100” in quanto, come spiega il presidente Cristian Veller, “è la rappresentazione binaria del codice di avviamento postale della nostra provincia, ovvero il 36100. Con questo Gruppo vogliamo mettere in campo energie che favoriscano lo sviluppo e la diffusione tra le piccole imprese vicentine di una cultura digitale e delle soluzioni ICT per migliorare la competitività, la produttività e l’efficienza aziendale”.

L’obiettivo è dunque quello di stimolare la nascita di nuove professioni legate all’economia della conoscenza, promuovendo il dialogo tra saperi tradizionali, cultura del making insieme a quelle dell’artigianato digitale. In questo modo, anche i mestieri tradizionali possono trovare nuovo vigore secondo un modello di produzione basato sulla personalizzazione degli oggetti, la qualità artigianale e la tecnologia.
Di qui anche la scelta di organizzare “100100 Challenge” in uno spazio particolare, costruendo un tramite tra passato e futuro, tra la storia della grande arte italiana e il nuovo artigianato digitale che vede nel movimento dei “maker” la sua più emblematica espressione. Per questo, i partecipanti si troveranno a sviluppare le loro idee a contatto con le tele dei Da Ponte e le sculture neoclassiche del Canova, come artefici di un “nuovo Rinascimento” proiettato verso il futuro.

L’Hackathon sarà incentrato, come detto, sull’Internet delle Cose, settore nel quale da oltre dieci anni i più eminenti centri di ricerca e i grandi gruppi industriali hanno investito ingenti risorse realizzando importanti programmi. Essendo considerata una delle sei tecnologie che avranno da qui al 2025 l’impatto più forte sui cittadini e le imprese, Confartigianato Vicenza ritiene fondamentale porre le condizioni perché anche le nostre piccole imprese colgano questa importante opportunità e comincino a utilizzare massicciamente e con consapevolezza tali nuovi strumenti.

Il “100100 Challenge” coinvolge trasversalmente mondo dell’impresa, scuole, movimento dei maker e istituzioni locali: è stata attivata una fattiva collaborazione con gli istituti tecnici Chilesotti di Thiene, Itis Rossi di Vicenza, Fermi di Bassano e Marzotto di Valdagno, così come il Faberlab di Varese, il FabLab del Mu.Se di Trento, la startup Plug and Wear e altri soggetti.
Non solo: tra i partner dell’iniziativa figurano nomi importanti del settore quali Officine Arduino, Dainese, Diesel (D-Spot), Cisco System, Roland DG, oltre alla Camera di Commercio di Vicenza e Comune di Bassano del Grappa, il MUSE Museo delle Scienze di Trento e il MUSE FabLab.

I settanta partecipanti alla maratona si ritroveranno dunque al Museo Civico di Bassano nella mattinata di venerdì 23 gennaio, intorno alle 9.30, e poco dopo avrà luogo il briefing d’avvio per la formazione delle squadre che si misureranno, a scelta, su uno dei tre argomenti previsti: “Tecnologia indossabile”, cioè tutto quanto riguarda l’Abbigliamento hi-tech, “Smart Home” – ovvero elettrodomestici e sistemi domotici collegati a internet – e “Smart Cities”, sui temi quindi della mobilità sostenibile.

Ventiquattro ore dopo, nella mattinata di sabato 24, verrà decretata la fine dei lavori, che sarà seguita dalla presentazione di quanto realizzato dai gruppi e dalla successiva fase di valutazione da parte della giuria.
Alle ore 11, il presidente di Confartigianato Vicenza, Agostino Bonomo, e il presidente del Gruppo 100100, Cristian Veller, in Sala Chilesotti daranno avvio all’incontro coi rappresentanti delle diverse realtà che hanno deciso affiancare l’iniziativa: una fitta serie di interventi della durata di un quarto d’ora ciascuno, raggruppati in quattro diverse aree tematiche: Internet of Things, Smart Clothing/Smart Living, l’universo dei FabLab e Robotica.

Tra i relatori d’apertura ci saranno Davide Gomba di Officine Arduino, Alberto Degradi di Cisco System, Arsenio Spadoni di Elettronica In, Marcello Bencini di Dainese, Elisabetta Mori di Plug and Wear e Francesco Pignatelli di MakeTank mentre, in conclusione di mattinata, alle ore 12.30 la Sala Jacopo da Ponte ospiterà la proclamazione dei vincitori dell’Hackathon 100100 Challenge. Al proposito, il parco premi si preannuncia molto generoso, dai robot alle stampanti 3D, dai sensori indossabili ad altre sorprese.
Alla ripresa dell’incontro, dalle 14.30, si susseguiranno le testimonianze di Pietro Alberti di CampuStore, Cesare Cacitti (“digital champion”), Edoardo Sinelli di Bluetek, Giovanni Re di Roland DG, Sabina Barcucci del Mu.Se di Trento e Angelo Bongio di FaberLab Varese.

Tutte le informazioni su:
www.centocento.org e www.facebook.com/gruppo100100
Twitter: @100100group. L’hashtag delle iniziative del gruppo è #centocento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *